Sviluppo della logistica agroalimentare

A chi si rivolge?

Possono accedere all’incentivo, in forma individuale o associata, le imprese, le società cooperative, i consorzi che operano nel settore agricolo e agroalimentare, le organizzazioni di produttori (OP), le imprese commerciali e/o industriali e/o addette alla distribuzione.

Quanto è finanziabile?

L’incentivo è destinato a progetti che, in base all’articolo di riferimento di cui al D.M. 13/06/22, prevedono investimenti compresi:

  • tra 1,5 e 25 milioni di euro se art.10.2 (singola impresa/rete)
  • tra 6 e 25 milioni di euro se art.10.4 (proponente e aderente/i)
  • tra 5 e 25 milioni di euro se art.11.2 o 12.2 (singola impresa/rete)
  • tra 10 e 25 milioni di euro se art.11.4 o 12.4 (proponente e aderente/i)

Negli importi sopra indicati non sono inclusi eventuali progetti di ricerca, sviluppo e innovazione connessi e funzionali.

Cosa finanzia

Sono ammissibili alle agevolazioni:

  • investimenti in attivi materiali e immateriali (quali locali di stoccaggio delle materie prime agricole, trasformazione e conservazione delle materie prime, digitalizzazione della logistica e interventi infrastrutturali sui mercati alimentari)
  • investimenti nel trasporto alimentare e nella logistica, per ridurre i costi ambientali ed economici
  • interventi di innovazione dei processi produttivi, dell’agricoltura di precisione e della tracciabilità (ad esempio attraverso la blockchain), realizzati nei seguenti settori:
    • produzione agricola primaria (art. 10 del DM 13/06/22)
    • trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli (art. 11 del DM 13/06/22)
    • altre attività afferenti la logistica nei settori agroalimentare, pesca e acquacoltura, silvicoltura, floricoltura e vivaismo (art. 12 del DM 13/06/22)

Come previsto dal PNRR, le risorse sono destinate alla logistica nei settori agroalimentare, pesca e acquacoltura, silvicoltura, floricoltura e vivaismo e alla transizione verso forme produttive più moderne e sostenibili, finalizzate a perseguire almeno uno dei seguenti obiettivi:

  • capacità di ridurre gli impatti ambientali
  • introduzione di un processo innovativo e digitalizzazione delle attività
  • presenza di progetti di ricerca e sviluppo
  • capacità del progetto di incidere sullo sviluppo della filiera agroalimentare locale e nazionale

Per saperne di più

https://www.invitalia.it/cosa-facciamo/sosteniamo-grandi-investimenti/sviluppo-logistica-agroalimentare/presenta-la-domanda

Posso avere un bonus per partecipare ad una fiera? Sì, col buono fiere

Chi può partecipare?

L’incentivo “Buono Fiere” è rivolto a tutte le imprese aventi sede operativa nel territorio nazionale che, nel periodo compreso tra il 16 luglio 2022 e il 31 dicembre 2022, partecipano alle manifestazioni fieristiche internazionali di settore organizzate in Italia, di cui al calendario fieristico approvato dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome. Il calendario delle fiere lo trovi al seguente link

Quanto è ottenibile?

L’incentivo massimo ottenibile è di 10.000 Euro per la partecipazione ad una o più fiere.

Cosa è finanziabile?

  • spese per l’allestimento degli spazi espositivi, comprese le spese relative a servizi di progettazione e di realizzazione dello spazio espositivo, nonché all’esecuzione di allacciamenti ai pubblici servizi;
  • spese per la pulizia dello spazio espositivo;
  • spese per il trasporto di campionari specifici utilizzati esclusivamente in occasione della partecipazione alle manifestazioni fieristiche, compresi gli oneri assicurativi e similari connessi, nonché le spese per i servizi di facchinaggio o di trasporto interno nell’ambito dello spazio fieristico;
  • spese per i servizi di stoccaggio dei materiali necessari e dei prodotti esposti;
  • spese per il noleggio di impianti audio-visivi e di attrezzature e strumentazioni varie;
  • spese per l’impiego di hostess, steward e interpreti a supporto del personale aziendale;
  • spese per i servizi di catering per la fornitura di buffet all’interno dello spazio espositivo;
  • spese per le attività pubblicitarie, di promozione e di comunicazione, connesse alla partecipazione alla fiera e quelle sostenute per la realizzazione di brochure di presentazione, di poster, cartelloni, flyer, cataloghi, listini, video o altri contenuti multimediali, connessi alla partecipazione alla manifestazione fieristica.
  • L’affitto degli spazi espositivi

Investimenti nelle aziende agricole per l’ammodernamento e il risparmio energetico

Chi può partecipare?

Aziende agricole che si trovano in Regione Campania, iscritte al registro imprese che devono aver già costituito, aggiornato e validato il fascicolo aziendale

Quanto è finanziabile?

La spesa ammessa, prevista per la realizzazione del piano di sviluppo aziendale, dovrà risultare
pari ad almeno:
– Euro 15.000,00 per le aziende la cui superficie aziendale ricade
prevalentemente nelle macroaree C e D
– Euro 25.000,00 per quelle la cui superficie aziendale ricade prevalentemente
nelle macroaree A e B

La penisola sorrentina, ad eccezione di Meta che è in zona A, ricade in zona C.

L’importo massimo dipende dal business plan e deve essere coerente con il fatturato e il numero di dipendenti presenti in azienda. Il finanziamento corrisposto è del 50% sul totale richiesto.

Cosa è finanziabile?

1. costruzioni/ristrutturazioni di immobili produttivi (strutture di allevamento, opifici serre e depositi) con esclusione di quelli per uso abitativo;

  1. miglioramenti fondiari per:
    a. gli impianti fruttiferi;
    b. la realizzazione degli elementi strutturali per la gestione dei pascoli aziendali;
    c. la sistemazione dei terreni aziendali allo scopo di evitare i ristagni idrici e l’erosione del
    suolo (sono esclusi i drenaggi);
  2. realizzazione di strade poderali (totalmente comprese nei limiti dell’azienda) e spazi per la manovra dei mezzi agricoli;
  3. impianti anticracking, impianti antibrina, impianti di ombreggiamento per la tutela delle caratteristiche merceologiche ed organolettiche delle produzioni vegetali;
  4. acquisto di macchinari, attrezzature ed impianti per le attività di produzione, prima lavorazione,
    trasformazione, commercializzazione dei prodotti agricoli appartenenti all’allegato I del TFUE,
    compresi gli impianti di irrigazione esclusivamente a servizio di nuove serre e nuovi impianti
    arborei. Per gli impianti irrigui devono essere applicati i requisiti minimi di efficiente uso della
    risorsa idrica previsti all’articolo 46 del Reg. (UE) n. 1305/2013;
  5. impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili dimensionati esclusivamente in riferimento alle esigenze energetiche dei processi produttivi aziendali (massimo 1MW).
  6. realizzazione/ristrutturazione di locali destinati alla vendita diretta delle produzioni aziendali e relative attrezzature;
  1. spese generali direttamente collegate all’operazione finanziata e necessarie per la sua preparazione o esecuzione. La percentuale di contributo per le spese generali non è calcolata sul costo
    degli investimenti immateriali di cui alla voce di spesa che segue;
  2. investimenti immateriali: acquisizione di programmi informatici e di brevetti/licenze strettamente connessi agli investimenti di cui sopra;

Come partecipare?

Il bando sarà pubblicato nel mese di luglio sul portale http://www.agricoltura.regione.campania.it/

Fondazione con i bambini bando per il contrasto della povertà educativa

Chi può partecipare?

Enti del terzo settore, in partenariato con scuole, istituzioni, imprese, università ed altri enti del terzo settore.

Cosa viene finanziato?

Le proposte dovranno prevedere, in scuole soluzioni innovative e flessibili volte a garantire ai minori reali possibilità di accesso e fruibilità di un’offerta educativa e culturale arricchita e qualificata, al fine di ridurre i gap nei livelli di apprendimento.

La scuola deve avere, per l’a.s. 2019-20, almeno un plesso con una percentuale di alunni con cittadinanza non italiana pari o superiore al:
▪ 20% per gli istituti scolastici situati in Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Umbria, Veneto;
▪ 15% per gli istituti scolastici situati in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, Trentino-Alto Adige, Valle d’Aosta;

  1. presenti, per l’a.s. 2018-19, una media di assenze degli alunni (senza riferimento alla loro cittadinanza) pari o superiore ai 22 giorni23

Quanto viene finanziato?

è possibile richiedere un contributo compreso tra 250 mila e 800 mila euro a patto che venga garantita una quota di cofinanziamento monetario27 pari ad almeno il 10% del costo totale

Come partecipare?

Le domande vanno presentate entro il 29 aprile 2022 attraverso la piattaforma Chairos che si raggiunge attraverso il sito della fondazione. Per maggiori info clicca qui

Il nuovo resto al Sud

Chi può partecipare?

Possono partecipare in forma singola o associata persone con età inferiore ai 56anni, con residenza nelle regioni del mezzogiorno (e nei comuni colpiti dal sisma) oppure che si impegnano a spostare la residenza all’ottenimento del contributo. Non bisogna avere una p.iva aperta prima del 2017.

Quanto è finanziabile?

Il finanziamento è pari a 60.000 Euro per le imprese in forma individuale, mentre per quelle in forma associata può arrivare massimo a 200.000 euro (50.0000 Euro ogni partecipante). Il contributo è al 50% a fondo perduto e il restante 50% da restituire in 8 anni.

Cosa si può fare?

Imprese nei settori della produzione di beni, artigianato, trasformazione di prodotti agricoli, pesca e acquacoltura. Fornitura di servizi alle imprese e alle persone. Inoltre è possibile, successivamente alle modifiche, essere finanziati anche i liberi professionisti

Cosa viene finanziato?

• Interventi di ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili –massimo 30% del programma di spesa
• macchinari, impianti e attrezzature nuovi
• programmi informatici e servizi per le tecnologie, l’informazione e la
telecomunicazione (TIC)
• altre spese utili all’avvio dell’attività (materie prime, materiali di consumo, utenze e canoni di locazione, canoni di leasing, garanzie assicurative) – massimo 20% del programma di spesa.

Non sono finanziabili spese di consulenza, progettazione e il personale.

Come si accede al finanziamento?

La procedura è interamente on line  http://www.invitalia.it per poter partecipare occorre avere una firma digitale e una casella di posta elettronica certificata, inoltre Invitalia farà un colloquio di valutazione ai soggetti promotori

La riduzione del servizio ferroviario

Vi ricordo che l’Eav ha ridotto il servizio ferroviario. Grosso modo non ci sono treni dalle 10 alle 15 e l’ultimo treno da Napoli per Sorrento partirà alle 19.11.

Al seguente link trovate i dettagli

https://www.eavsrl.it/web/sites/default/files/ORARI%20NAPOLI%20SORRENTO_dal%2016%20marzo%202020_0.pdf

Spesa e medicinali a casa nei comuni della penisola

Ho messo insieme i numeri resi disponibili dai Comuni della penisola per le persone che necessitano di consegne a domicilio di medicinali e beni di prima necessità. Un grazie ai tanti che rendono possibile questo servizio.

Sorrento 0818074433

Sant agnello 08118254291

Piano di Sorrento 3385971928

I risultati delle europee in penisola

Risultati delle europee in penisola, prenderò in considerazione solo i maggiori partiti. In serata magari li analizziamo insieme.

Vico Equense Forza Italia 25.38 Mov 5S 22.45 PD 18.65 Lega 18.31 Fratelli di italia 8.51

Meta Mov5S 32.97 PD 23.36 Lega 15.56 Forza italia 13.49 Fratelli d’italia 5.62

Piano di Sorrento Mov5S 31.16 PD 21.67 Lega 16.60 Forza Italia 15.19 Fratelli d’italia 6.24

Sant’Agnello Mov5S 28.90 PD 22.46 Lega 21.26 Forza Italia 12.44 Fratelli d’Italia 6.13

Sorrento Mov5S 23.95 Lega 22.76 PD 22.62 Forza Italia 14.37 Fratelli d’Italia 7.14

Massa Lubrense Mov5S 29.15 Forza Italia 20.13 Lega 19.94 PD 17.84 Fratelli d’Italia 4.39

Risultati primarie penisola sorrentina

Vico Equense Zingaretti 191 Martina 114 Giachetti 24 Filippelli 118 Leo annunziata 176 De Caro 21

Meta Zingaretti 111 Martina 260 Giachetti 11 Filippelli 42 Leo annunziata 320 De Caro 10

Piano di Sorrento
Zingaretti127 Martina 38 Giachetti 20
Filippelli 92 annunziata 63 de caro 23

Sant’Agnello Zingaretti 48 Martina 51 Giachetti 12 Filippelli 16 Leo Annunziata 85 De Caro 3

Sorrento Zingaretti 329 Martina 36 Giachetti 50 Filippelli 196 Leo Annunziata 123 De Caro 50

Massa Lubrense Zingaretti 85 Martina 3 Giachetti 16 Filippelli 88 Leo Annunziata 7 De Caro 4

Recruitment day – Sorrento

Il centro per l’impiego di Sorrento, nell’ambito dell’iniziativa europea: “Employers day”, ha organizzato il 18 dicembre una giornata in cui le aziende del territorio incontreranno potenziali candidati alla ricerca di lavoro.

Italian Employers 2018

Sulla loro pagina Facebook trovate maggiori dettagli, tra le diverse posizioni aperte ci sono : autisti, camerieri, governanti, lavapiatti, receptionist e portieri. Insomma vale la pena di dare uno sguardo e diffondere la notizia.

Per maggior info puoi cliccare qui