Contributo a fondo perduto per bar, ristoranti, piscine e settore wedding

Chi può partecipare?

L’elenco degli ateco è categorico: 96.09.05, 56.10, 56.21, 56.30, 93.11.2;

Come partecipare?

Attestare di aver subito una riduzione dei ricavi dell’anno 2021 di
almeno il 40% rispetto a quelli del 2019 ovvero, nel caso di impresa
costituita nel corso del 2020, la dichiarazione di aver subito una riduzione
dell’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del 2021 di
almeno il 40% rispetto all’ammontare medio mensile del fatturato e dei
corrispettivi dei mesi del 2020 successivi a quello di apertura della partita
IVA;

Come presentare la domanda?

L’Istanza può essere trasmessa direttamente dal richiedente o tramite un
intermediario attraverso l’area riservata di agenzia delle entrate

Per saperne di più

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/provv-del-18-novembre-2022

Se hai trovato interessante questo articolo puoi iscriverti ad un newsletter mensile gratuita su bandi ed opportunità

antoniodaniello.substack.com

Voucher per la proprietà intellettuale

Chi può partecipare?

 le imprese stabilite nei Paesi UE che rientrano nella definizione di PMI a sensi della Raccomandazione 2003/361/CE

Cosa viene finanziato?

1. servizio di pre-diagnosi della proprietà intellettuale (IP scan)
2. tasse di base per le domande di marchio e disegno o modello

Quanto è finanziabile?

In relazione a questi servizi il richiedente potrà beneficiare di un rimborso del 75% dei costi relativi alla pre-diagnosi della PI e del 50% sulle tasse di base per domande di marchio e disegno o modello a livello nazionale, regionale (Benelux) e dell’UE. Ogni PMI può essere rimborsata fino a un massimo di 1.500 euro.

Come si accede al finanziamento?

Attraverso il portale https://euipo.europa.eu/ohimportal/it/online-services/sme-fund

Bando smart money per start up

Chi può partecipare?

Start up iscritte innovative iscritte nello specifico registro delle imprese oppure persone fisiche che intendono costituire una start-up innovativa purché, entro e non oltre 30 giorni dalla data della comunicazione di ammissione alle agevolazioni

Cosa viene finanziato?

Contributi a fondo perduto per l’acquisto di servizi forniti dalla rete di incubatori, acceleratori e altri enti abilitati. Per ottenere l’agevolazione, le imprese dovranno presentare dei progetti di sviluppo che: 

  • contengano una soluzione innovativa da proporre sul mercato, con un modello di business scalabile, da sviluppare nei dettagli operativi in una fase successiva
  • puntino sul valore delle competenze tecnologiche e manageriali all’interno dell’impresa, attraverso i soci e/o il team proposto, o con professionalità da reperire sul mercato
  • siano nella fase di individuazione del mercato o siano vicini alla fase di test di mercato, con lo sviluppo di un prototipo (Minimum Viable Product) o con la prima sperimentazione del prodotto o servizio per misurare il gradimento dei potenziali clienti e/o investitori. 

I progetti che ottengono la prima agevolazione, possono richiedere un secondo contributo a fondo perduto se hanno ricevuto capitali di rischio da parte di enti abilitati, investitori qualificati o business angels per finanziare i loro piani di sviluppo. 

Quanto è finanziabile?

L’agevolazione prevede un contributo a fondo perduto per un importo massimo di 10.000 euro che può coprire fino all’80% delle spese ammissibili.

Come si accede al finanziamento?

Attraverso la procedura on line a sportello tramite Invitalia