Acquisto di beni strumentali alle imprese con la nuova Sabatini. Novità per green e sud

Chi può partecipare?

Tutte le imprese sul territorio nazionale regolarmente costituite, a patto che sia una PMI

Cosa è finanziabile?

Acquisto, anche in leasing finanziario, di beni strumentali nuovi di fabbrica strettamente funzionali alla
realizzazione dei programmi d’investimento, destinati a strutture produttive già esistenti o da
impiantare, ovunque localizzate nel territorio nazionale. I beni acquistati devono avere autonomia funzionale ed essere correlati all’attività svolta dall’impresa

Quanto è finanziabile?

I progetti possono essere da 20.000 Euro a 4 milioni.

A quanto ammonta il contributo?

La nuova sabatini prevede una procedura per step:

  1. Presentazione della domanda sull’apposita piattaforma, la domanda deve contenere il piano di investimento
  2. La richiesta presentata in piattaforma va presentata presso un soggetto finanziatore (banca) che valuterà la solidità dell’impresa e la documentazione di progetto, in caso di esito positivo, sarà possibile trasmettere la domanda al ministero.
  3. La banca eroga il finanziamento da restituire in 5 anni, più 12 mesi di preammortamento. Il finanziamento bancario può coprire il 100% delle spese
  4. Il Ministero eroga all’impresa un contributo in conto impianti a copertura dell’investimento pari al 2,75 per investimenti strumentali; al 3,75 per investimenti green o 4.0. Di prossima uscita la misura che riguarda il sud che sarà del 5,5% per investimenti 4.0 al sud. Nota bene: questo contributo è a copertura dei soli interessi.

A chi può convenire usare questa misura?

Personalmente consiglio alle imprese del sud, che non hanno intenzione di fare investimenti green, di attendere l’apertura dello sportello ‘sud’. In ogni caso è una misura utile per chi ha piani di investimento per acquistare beni che aumentano la redditività di impresa e si ‘sostengono’ nel tempo. Oppure per chi è alla ricerca di liquidità (attenzione, in questo caso bisogna comunque passare per la valutazione di una banca, quindi il contributo deve essere calibrato rispetto al fatturato e al margine operativo lordo dell’azienda)

Come partecipare?

Dal 1 gennaio 2023 sarà disponibile la nuova piattaforma predisposta dal Ministero dello sviluppo economico (ex, ora Mimit)

Contributo a fondo perduto per bar, ristoranti, piscine e settore wedding

Chi può partecipare?

L’elenco degli ateco è categorico: 96.09.05, 56.10, 56.21, 56.30, 93.11.2;

Come partecipare?

Attestare di aver subito una riduzione dei ricavi dell’anno 2021 di
almeno il 40% rispetto a quelli del 2019 ovvero, nel caso di impresa
costituita nel corso del 2020, la dichiarazione di aver subito una riduzione
dell’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del 2021 di
almeno il 40% rispetto all’ammontare medio mensile del fatturato e dei
corrispettivi dei mesi del 2020 successivi a quello di apertura della partita
IVA;

Come presentare la domanda?

L’Istanza può essere trasmessa direttamente dal richiedente o tramite un
intermediario attraverso l’area riservata di agenzia delle entrate

Per saperne di più

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/provv-del-18-novembre-2022

Se hai trovato interessante questo articolo puoi iscriverti ad un newsletter mensile gratuita su bandi ed opportunità

antoniodaniello.substack.com

Fondo per la Repubblica digitale

E’ nato un fondo per dare competenze digitali di base a giovani Neet (15-34 anni che non studiano e non lavorano) e donne(18-50), visto il divario che permane tra uomini e donne.

I bandi saranno inizialmente dedicati ai soggetti che voglio proporre progetti, in una seconda fase saranno aperte delle finestre per i beneficiari.

Chi può partecipare?

soggetti pubblici, privati senza scopo di lucro ed enti del terzo settore, in forma singola o in partnership costituite da massimo tre soggetti

Cosa è finanziabile?

Le proposte dovranno porre particolare attenzione allo sviluppo di competenze digitali di base e/o avanzate, al coinvolgimento e accompagnamento del target durante il percorso formativo, al potenziamento delle competenze non cognitive (life skills), alla creazione di opportunità di inserimento nel mondo del lavoro.

Quanto è finanziabile?

Si può richiedere un contributo compreso tra 250 mila e 1 milione di euro per i progetti dedicati ai neet. 750mila per i progetti dedicati alle giovani donne Non è richiesta alcuna quota di cofinanziamento. La liquidazione del contributo è basata sul principio pay for performance, in base al quale i diversi pagamenti saranno effettuati alla verifica dei risultati ottenuti, con un focus particolare sulla creazione di nuova occupazione

Come partecipare?

La domanda di partecipazione va presentata entro il 16 dicembre utilizzando la piattaforma e le istruzioni che troverete sul seguente sito https://www.fondorepubblicadigitale.it/

Digitour: credito di imposta per le agenzie di viaggio che vogliono digitalizzarsi

Chi può partecipare?

Agenzie di viaggio o tour operator che hanno esclusivamente come codice ATECO uno o più dei seguenti: 79.1, 79.11, 79.12

Quanto è finanziabile?

Il 50% dell’investimento, in credito di imposta per un massimo di 25.000 Euro

Cosa è finanziabile?

a. acquisto, anche in leasing, ed installazione di personal computer ed altre attrezzature
informatiche, modem, router e di impianti wifi;
b. affitto di servizi cloud relativi ad infrastruttura server, connettività, sicurezza e servizi
applicativi;
c. acquisto, anche in leasing, di dispositivi per i pagamenti elettronici e di software, licenze,
sistemi e servizi per la gestione e la sicurezza degli incassi online;
d. acquisto, anche in leasing, di software e relative applicazioni per siti web ottimizzati per il
sistema mobile;
e. creazione o acquisto, anche in leasing, di software e piattaforme informatiche per le funzioni
di prenotazione, acqui-sto e vendita on line di pernottamenti, pacchetti e servizi turistici, quali
gestione front, back office e API – Application Program Interface per l’interoperabilità dei
sistemi e integrazione con clienti e fornitori;
f. acquisto o affitto di licenze software per la gestione delle relazioni con i clienti, anche con il
sistema CRM – Customer Relationship Management;
g. acquisto o affitto di licenze software e servizi necessari per il collegamento all’hub digitale
del turismo di cui alla misura M1C3-I.4.1 del PNRR;
h. acquisto o affitto di licenze del software ERP – Enterprise Resource Planning per la gestione
della clientela e dei processi di marketing, vendite, amministrazione e servizi al cliente;
i. creazione o acquisto, anche in leasing, di software per la gestione di banche dati e la creazione
di strumenti di analisi multidimensionale e report a supporto dei processi di pianificazione,
vendita e controllo di gestione;
j. acquisto o affitto di programmi software per piattaforme informatiche per la promozione e
commercializzazione digitale di servizi e offerte innovative.

Come partecipare?

Le domande sono valutate in ordine cronologico e saranno presentabili dal 12 ottobre alle ore 12

Per prepararsi occorre: visura, firma digitale, pec, spid e preventivi degli acquisti che si intendono fare e schede tecniche per la descrizione dell’intervento. Ps: possono inviare la domanda anche le imprese che hanno chiesto le agevolazioni previste dal precedente Avviso

Posso avere un bonus per partecipare ad una fiera? Sì, col buono fiere

Chi può partecipare?

L’incentivo “Buono Fiere” è rivolto a tutte le imprese aventi sede operativa nel territorio nazionale che, nel periodo compreso tra il 16 luglio 2022 e il 31 dicembre 2022, partecipano alle manifestazioni fieristiche internazionali di settore organizzate in Italia, di cui al calendario fieristico approvato dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome. Il calendario delle fiere lo trovi al seguente link

Quanto è ottenibile?

L’incentivo massimo ottenibile è di 10.000 Euro per la partecipazione ad una o più fiere.

Cosa è finanziabile?

  • spese per l’allestimento degli spazi espositivi, comprese le spese relative a servizi di progettazione e di realizzazione dello spazio espositivo, nonché all’esecuzione di allacciamenti ai pubblici servizi;
  • spese per la pulizia dello spazio espositivo;
  • spese per il trasporto di campionari specifici utilizzati esclusivamente in occasione della partecipazione alle manifestazioni fieristiche, compresi gli oneri assicurativi e similari connessi, nonché le spese per i servizi di facchinaggio o di trasporto interno nell’ambito dello spazio fieristico;
  • spese per i servizi di stoccaggio dei materiali necessari e dei prodotti esposti;
  • spese per il noleggio di impianti audio-visivi e di attrezzature e strumentazioni varie;
  • spese per l’impiego di hostess, steward e interpreti a supporto del personale aziendale;
  • spese per i servizi di catering per la fornitura di buffet all’interno dello spazio espositivo;
  • spese per le attività pubblicitarie, di promozione e di comunicazione, connesse alla partecipazione alla fiera e quelle sostenute per la realizzazione di brochure di presentazione, di poster, cartelloni, flyer, cataloghi, listini, video o altri contenuti multimediali, connessi alla partecipazione alla manifestazione fieristica.
  • L’affitto degli spazi espositivi

Rifinanziato il bando ON per nuove imprese o esistenti da meno di cinque anni

Chi può partecipare?

  • Micro e piccole imprese costituite da meno di 60 mesi
  • Giovani fino ai 35 anni
  • Donne senza limiti di età
  • Sia le imprese costituite che da costituire devono essere in forma societaria

Cosa viene finanziato?

Programmi di investimento nei settori di:

  • produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli
  • fornitura di servizi alle imprese e/o alle persone, ivi compresi quelli afferenti all’innovazione sociale
  • commercio di beni e servizi
  • Turismo

Per acquistare, a titolo esemplificativo

  • Opere murarie e assimilate (30% investimento ammissibile)
  • Macchinari, impianti e attrezzature
  • Programmi informatici e servizi per l’ICT
  • Brevetti, licenze e marchi
  • Consulenze specialistiche (5% investimento ammissibile)
  • Spese connesse alla stipula del contratto di finanziamento
  • Spese per la costituzione della società
  • Solo per il settore turistico l’acquisto di immobili (max 40%delle spese ammissibili)

Come si accede al finanziamento?

Tramite la piattaforma invitalia