Bandiera blu: quanto ci costi?

Premesso che il nostro mare non gode di buona salute, cosa documentata da Gigi De Pasquale ed infine certificato con tanto di foto da parte del Sindaco di Meta e dal blog “iltalepiano”, inutile tornare su questo argomento. Spero solo che le bandiere blu, prese da diversi Comuni diventino lo strumento, o la scusa, se volete per occuparsi una volta per tutte di questo problema, che è fondamentale, soprattutto per chi ha bambini piccoli e vuole portarli al mare.

Oggi ci occuperemo di quanto è costato al Comune ottenere la bandiera blu (e festeggiarla)

  • Incarico alla società coperativa Biosphera per il supporto alla redazione del progetto 1600 Euro
  • Acquisto bandiere blu alla fee 330 Euro
  • Acquisto di 500 bandierine blu 730 Euro
  • Concerto, rinfresco e allestimento 4315 Euro
  • Per un totale di 6975 Euro

In più, probabilmente ci saranno delle spese Siae e bisognerebbe aggiungerci il costo in ore di lavoro per vigili, funzionari e dipendenti comunali. Più il costo della banda. Insomma ci avviciniamo alla soglia psicologica dei diecimila euro.

Restano le solite domande: era proprio necessario tanto sfarzo? Quante cose diverse si sarebbero potute fare con la stessa cifra? Perché l’impegno messo nei festeggiamenti non viene messo quotidianamente nella risoluzione dei problemi della città?

Al cittadino mi sento di dire di rifletterci, tutte le volte che la risposta alla propria richiestà sarà: “Non ci sono soldi”. Non è che non ci sono, si spendono per fare altro.

In ogni caso a breve avrò copia della documentazione inviata alla fee e ci sarà modo di fare una riflessione più ampia sul tema.

 

 

Lo sapevi che?

Terzo appuntamento con la rubrica dal sapore meno pesante delle cose che scrivo di solito, che sta avendo un notevole successo in termini di lettori, che ringrazio. Come ricordo tutte le volte, ci saranno tre pillole sulla nostra città, di cui una sempre positiva.

 

  1. Lo sapevi che la città di Piano di Sorrento ha un Piano traffico, che serve a migliorare la qualità della circolazione, pagato profumatamente e mai attuato? Visti i disastri della circolazione in penisola forse sarebbe il caso di rispolverarlo
  2. Lo sapevi che a Piano di Sorrento vengono giocate nelle slot machine 11.91 milioni di Euro? Praticamente con quei soldi si potrebbero finanziare buona parte delle opere pubbliche necessarie alla città.
  3. Lo sapevi che domani Piano di Sorrento festeggia l’assegnazione della bandiera blu. E’ annunciata la presenza del governatore regionale Vincenzo De Luca, speriamo che oltre la passerella di discuta anche dei problemi della città. Si avete ragione, non è un granché come buona notizia.
  4. C’è colli in festa dal 25 al 27 giugno, la tradizionale festa di sapori, saperi agricoli ai Colli di San Pietro. Meglio come buona notizia?

 

Tra quindici giorni il nuovo appuntamento.

La bandiera blu

Meglio parlarne in tempi non sospetti, in anticipo sulla festa che ci sarà a Marina di Cassano o in anticipo sull’eventuale conferma o revoca della stessa. Chiarendo anche un punto: se il mare è sporco o pulito difficilmente è colpa/merito del Sindaco.
L’amministrazione sbaglia a presentarlo come un successo, perché nella vita dei cittadini normali non è cambiato nulla e probabilmente non cambierà nulla nei prossimi mesi. Sbaglia ancora di più il Sindaco a presentarla come una reliquia che mette fine al cattivo governo di cui con l’amministrazione si è reso protagonista.
Vorrei tanto che con la bandiera blu si avesse una Piazza Cota ordinata, Ponte Orazio riparato, il dramma dei parcheggi risolto, il traffico regolamentato o le strade delle zone alte riparate e pulite.
Gli spot lasciano il tempo che trovano, mi ricordo quello sulla promessa dei traghetti a Piano di Sorrento, addirittura di un biglietto “Unico” solo per la nostra città. Poi di traghetti da Piano non ne è partito nemmeno uno. Proprio da quella Marina di Cassano che ha ricevuto la bandiera blu.
Voglio sgombrare il campo da qualsiasi equivoco: ogni certificazione, premio o riconoscimento alla nostra città è un vanto, per tutti.
Non amo però questo voler scatenare le tifoserie, per forza a favore o per forza contro. Credo sia opportuno trovare lo spazio per fare dei ragionamenti più ampi e evitare di santificare o demonizzare qualcosa.

La bandiera blu servirà a qualcosa se Marina di Cassano diventerà un borgo ordinato, se i residenti avranno riconosciuti i basilari diritti di cittadini. Penso alla totale assenza di spazi pubblici o ai servizi invernali di trasporto, senza parlare della difficoltà nel parcheggio. Gli operatori poi, possono avere un’occasione di rilancio e sviluppo, soltanto se riusciranno ad essere uniti. E infine, la politica utilizzi questo riconoscimento non per alimentare una campagna elettorale permanente, ma come sprone a far meglio, ad occuparsi delle cose concrete, perché ad oggi, della bandiera blu non se ne è accorto nessuno. Le feste passano, i problemi restano.

Lo sapevi che?

Lancio una nuova rubrica su questo blog, con una cadenza di quindici giorni. Proverò a farvi sapere curiosità, notizie utili e quanto succede nel nostro Comune in pillole, senza costringervi a leggere i lunghi ‘pipponi’ che sono solito scrivere 🙂 Una delle tre notizie sarà sempre una cosa positiva, così tanto per non deprimerci troppo.

Enjoy!

  1. Il Comune di Piano di Sorrento ha intenzione di stipulare un mutuo di 500.000 Euro per rifare asfalti e marciapiedi? Molto probabilmente ci metteremo oltre 20 anni per restituirlo, gli asfalti purtroppo dureranno molto meno. Ennesimo macigno sul ‘futuro’.
  2. Anche quest’anno abbiamo un paese di serie b, infatti Mortora, San Liborio, Trinità e Colli, pur avendo un giorno di raccolta dei rifiuti in meno, pagano la stessa tassa del centro cittadino che invece ha 7 giorni di raccolta su 7, pensate sia giusto?
  3. Il Comune di Piano di Sorrento ha avuto la bandiera blu, un piccolo miracolo di cui dobbiamo essere tutti orgogliosi.