Lo Stato riceve una quota dell’otto per mille che i i cittadini decidono di destinare. Procede quindi a stabilire una serie di interventi prioritari verso i quali destinare queste risorse.

Chi può partecipare?

  • le pubbliche amministrazioni;
  • le persone giuridiche;
  • gli enti pubblici e privati.

In caso di enti pubblici o privati che non siano pubbliche amministrazioni devono dimostrare di essere in regola con gli adempimenti fiscali e contributivi e non avere problemi con la giustizia. Inoltre i soggetti devono aavere almeno tre anni.

Quali sono le aree di interevento?

  • Contrasto alla fame nel mondo
  • Calamità Naturali
  • Assistenza ai migranti e ai minori non accompagnati
  • Edilizia scolastica
  • Contrasto alle tossicodipendenze

Quanto è ottenibile?

Qualora il progetto fosse approvato , il contributo copre i costi del progetto ad esclusione dell’Iva. Non è previsto un importo minimo o massimo per presentare la domanda

Per presentare la domanda

Tutte le informazioni sono sulla pagina dell’otto per mille a gestione statale, le domande sono presentabili fino al 30 settembre