E’ stato appena pubblicato l’avviso del Fri tur, riedizione di un bando che è già stato finanziato l’anno scorso.  Le modalità operative e la modulistica sarà a disposizione a partire dal 30 maggio, quindi parzialmente le informazioni in questo post potrebbero cambiare.

Chi sono i beneficiari?

Le imprese alberghiere, le imprese che esercitano attività agrituristica, le imprese che gestiscono strutture ricettive all’aria aperta, nonché le imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale, ivi compresi gli stabilimenti balneari, i complessi termali, i porti turistici, i parchi tematici, inclusi i parchi acquatici e faunistici. Le imprese devono essere in regola con gli adempimenti, già esistenti e in regime di contabilità ordinaria.

Cosa si può fare?

a) interventi di incremento dell’efficienza energetica delle strutture
b) interventi di riqualificazione antisismica
c) interventi di eliminazione delle barriere architettoniche
d) interventi edilizi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia o installazione di manufatti leggeri, di cui all’articolo 3, comma 1, lettere b), c), d) ed e.5), incluse le unità abitative mobili e loro pertinenze e accessori collocate, anche in via continuativa, in strutture ricettive all’aperto per la sosta e il soggiorno dei turisti,
e) interventi di realizzazione di piscine termali e acquisizione di attrezzature e apparecchiature per lo svolgimento delle attività termali, relativi alle strutture di cui all’articolo 3 della legge 24 ottobre 2000, n. 323;
f) interventi per la digitalizzazione
g) interventi di acquisto/rinnovo di arredi

Il programma di impresa deve essere strutturato mantenendo dei vincoli percentuali. Per esempio i lavori edili, possono essere massimo il 50% del programma di spesa. Se vuoi approfondire, prenota direttamente un appuntamento, avendo però già pronte le spese che vuoi effettuare.

Quanto è ottenibile?

Il contributo ottenibile è un mix tra fondo perduto (la percentuale massima dovrebbe essere il 35%) ed un finanziamento agevolato, erogato da una banca, con un tasso di interesse dello 0,5% da restituire in massimo 15 anni. Il progetto deve essere di importo minimo di 500.000 euro.

Come partecipare?

Dal giorno 30 maggio saranno pubblicate le informazioni operative e le domande saranno inviabili dal giorno 1 luglio. Saranno giudicate in ordine cronologico, quindi dovrai affrettarti! Qui tutte le info