L’intervento è finalizzato a potenziare la competitività sui mercati delle aziende agricole e ad accrescere la redditività delle stesse, migliorandone, al contempo, le performance climatico-ambientali.

Chi può partecipare?

Possono partecipare al bando aziende della Regione Campania con la qualifica di imprenditori agricoli singoli o associati iscritti nel Registro delle Imprese della CCIAA competente in possesso di codice Ateco 01

Cosa si può fare?

a. costruzione o miglioramento di beni immobili incluse le opere di miglioramento fondiario;
b. acquisto di macchine, attrezzature e impianti (compreso i sistemi di gestione della fertirrigazione e le monorotaie per il trasporto in terreni agricoli acclivi);
c. impianti di irrigazione (anche con funzioni antibrina);
d. investimenti per la produzione di energia da fonti rinnovabili destinati all’autoconsumo aziendale dell’energia prodotta ovvero la capacità della installazione che produce energia non deve eccedere il fabbisogno annuale di consumo aziendale pre e post investimento;
e. investimenti relativi alle operazioni di lavorazione, trasformazione e commercializzazione (incluse le fasi di conservazione/immagazzinamento e di confezionamento) prevalentemente dei prodotti agricoli aziendali;
f. programmi informatici, brevetti e licenze.

Quanto è ottenibile?

I progetti presentati devono essere minimo di 20.000 Euro, il massimale è stabilito nella quota di 1,5 milioni. Il contributo è dato in conto capitale (a fondo perduto) in una misura del 50%. Diventa il 60% se la domanda è presentata da un giovane agricoltore.

Come partecipare?

Attraverso il portale SIan entro il 5 agosto 2024 . A partire dal mese di giugno sarà già possibile caricare la documentazione, qui tutte le info