Il credito di imposta transizione 4.0 vuole incentivare le imprese che fanno investimenti in beni strumentali nuovi, volti a trasformare e digitalizzare. E’ possibile ottenere il credito anche per beni immateriali.

Chi sono i beneficiari?

Tutte le imprese che fanno investimenti

Quali possono essere gli investimenti? 

I beni agevolabili devono essere compresi nell’elenco di industria 4.0. Nel dettaglio si possono trovare nell’Allegato A che trovi a questo link. Se invece sei interessato ai software li trovi qui

Come si accede al credito?

Una volta effettuati gli investimenti è sufficiente produrre una relazione che certifichi l’acquisto. In caso di acquisti inferiori ai 300.000 è possibile procedere con autocertificazione in merito ai requisiti.

in generale bisogna tener presente che, oltre gli allegati ufficiali è bene avere: le fatture, i pagamenti effettuati sempre con metodo tracciato ed univoco, la liberatoria del fornitore.

Quali sono le novità di quest’anno?

Per gli investimenti effettuati negli anni precedenti, sarà possibile ottenere e fruire il credito dopo aver effettuato la comunicazione ufficiale dalla pagina del Gse.  Per gli investimenti nell’anno 2024 invece bisognerà effettuare, sempre attraverso la stessa piattaforma una comunicazione ex ante (prima degli investimenti) ed una dopo.

A quanto ammonta il beneficio?

Il credito di imposta per quest’anno ammonta al 20% per gli investimenti in beni strumentali (fino a 2,5 mln euro)poi la percentuale decresce. Mentre per i beni immateriali il credito è del 15% per investimenti fino ad un milione di euro, che è il limite massimo.

Come partecipare?

Puoi ottenere il beneficio facendo investimenti durante tutto il 2024