Il fondo si divide in due parti. L’80% è destinato alle Regioni e non sarà oggetto di questo post. il 20% a beneficiari diversi e sarà oggetto di questo post, che ovviamente è un riassunto, quindi può difettare in precisione.

Chi può partecipare?

Enti pubblici, concessionari di beni pubblici, associazioni riconosciute, istituzioni culturali e università,  fondazioni, enti del terzo settore, federazioni sportive, comitati formalmente costituiti ed enti ecclesiastici.

Cosa si può fare?

I progetti devono essere in linea con le finalità turistiche del fondo. In particolare dovranno:

  • incentivare la destagionalizzazione
  • Incrementare lo sviluppo occupazionale(specialmente giovanlie)
  • Migliorare l’esperienza del turista con criteri di sostenibilità ambientale
  • Digitalizzare l’offerta turistica
  • Aumentare la fruibilità dei luoghi a persone con disabilità
  • Valorizzare la parità di genere

I progetti possono essere coerenti con più di uno dei seguenti ambiti.

Quanto è ottenibile?

Il fondo può coprire fino al 75% delle spese ammissibili. E’ consentito presentare progetti fino ad oltre un milione di euro e non c’è un limite minimo

Come partecipare?

E’ già possibile partecipare e le domande sono valutate in ordine cronologico. Per partecipare bisogna utilizzare la piattaforma informatica che trovate a questo link