La Regione Lazio ha bandito un avviso pubblico per tutte le imprese costituite della Regione. Inoltre è possibile anche partecipare al bando per aprirne una.
Chi può partecipare? tutte le imprese femminili con sede nella Regione Lazio (anche da aprirsi in seguito al buon esito della pratica). Per imprese femminili si intende, in caso di società, che la maggioranza siano donne nella misura del 60% per coop o società di persone. Per le società di capitali i due terzi del capitale deve essere detenuto da donne e i cui organi amministrativi siano composti per i due terzi da donne.
In quali settori si possono presentare i progetti? Gli ambiti sono quelli della  Smart Specialization Strategy regionale. (“Scienze della Vita”, “Economia del Mare”, “Green Economy”, “Agrifood”, “Aerospazio”, “Sicurezza”, “Automotive e Mobilità Sostenibile”, “Patrimonio Culturale e Tecnologie della Cultura” e “Industrie Creative e Digitali”.)
Spese ammissibili: 
  1. spese per investimenti materiali;
  2. spese dei canoni SaaS, IaaS e Paas sostenute per l’adozione di nuove soluzioni digitali;
  3. spese per know how, servizi e consulenze nella misura massima del 20 % delle precedenti voci a) e b);
  4. spese per i costi del personale, generali e amministrativi, riconosciute nella misura forfettaria del 20% delle precedenti spese da rendicontare a), b) e c).
Quanto è ottenibile?
Massimo 145000 Euro a copertura delle spese effettuate. La misura dell’incentivo può essere tra il 40 e il 60 percento.  I progetti devono essere di almeno 50.000 Euro
Come partecipare? Esclusivamente in modalità telematica a partire dal giorno 23 aprile fino al 12 giugno