La Regione Puglia ha pubblicato un bando per l’ammodernamento e la ristrutturazione di immobili destinati o da destinarsi alle attività turistico alberghiere. Inoltre è possibile promuovere lo sviluppo di prodotti e servizi complementari alla valorizzazione degli attrattori culturali e naturali del territorio.

Chi può partecipare?

Grandi, Piccole e medie imprese che abbiano presentato almeno due bilanci. In caso non abbiano presentato i due bilanci, occorre fare un approfondimento ulteriore per capire se rientra in alcuni casi particolari. Le imprese possono essere anche in rete.

Cosa si può fare?

I programmi di investimento dovranno essere abbastanza articolati. Inoltre ogni progetto oggetto di agevolazione dovrà obbligatoriamente integrare programmi di digitalizzazione ed
investimenti di carattere digitale e tecnologico, attraverso almeno uno dei seguenti interventi:
a. progetti di innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e gestionale delle imprese turistiche;
b. progetti formativi volti alla qualificazione delle competenze relative alla trasformazione digitale

I programmi di investimento potranno prevedere: 1) il recupero fisico e/o funzionale di strutture non ultimate 2)ampliamento, ammodernamento e ristrutturazione di strutture alberghiere esistenti 3) realizzazione di strutture alberghiere di cui all’art. 3 della legge regionale n. 11/99, aventi capacità ricettiva non inferiore a n. 7 camere, attraverso lavori di manutenzione straordinaria e/o consolidamento ed il
restauro e risanamento conservativo di immobili che presentano interesse artistico e storico 4)manutenzione straordinaria e/o consolidamento, restauro e risanamento conservativo di edifici rurali,
masserie, trulli, torri, fortificazioni al fine della trasformazione dell’immobile in strutture alberghiere 5)recupero e riqualificazione di edifici abbandonati e/o necessitanti di opere di manutenzione straordinaria, di
restauro e risanamento conservativo o di ristrutturazione edilizia 6)strutture, impianti o interventi attraverso i quali viene migliorata l’offerta turistica territoriale con l’obiettivo di
favorire la destagionalizzazione dei flussi turistici

I programmi di investimento potranno avere anche al loro interno degli interventi di tutela ambientale quali efficientamento energetico e produzione di energia da fonti rinnovabili.

Quanto è ottenibile?

L’intensità di aiuto varia a seconda della tipologia di impresa e dell’intervento che andrà ad effettuare. Le percentuali di aiuto, per i programmi di investimenti produttivo, variano tra il 30% e il 50% in contributo conto impianti. I progetti possono essere compresi tra i 5 e i 40 milioni di euro.

Come partecipare?

E’ possibile presentare la domanda attraverso il portale  https://pugliasemplice.sistema.puglia.it/ a partire dal giorno 30 aprile. Per saperne di più visita la pagina del bando a questo link