Il Ministero delle politiche agricole ha pubblicato i bandi, che quindi sono operativi per quanto riguarda il contributo per Bar, pasticcerie e ristoranti. E’ possibile partecipare ad una delle due linee ed il contributo non è cumulabile con altre agevolazioni. La misura è valida su tutto il territorio nazionale.

Chi può partecipare?

Titolari di attività di bar, pasticcerie e ristoranti con Ateco principale 56.10.11 56.10.30 10.71.20. Le imprese devono essere attive da 10 anni, oppure aver acquistato nei 12 mesi precedenti almeno il 25% per i ristoranti e il 5% per bar e pasticcerie di forniture di beni con certificazione DOP, IGP, SQNPI, SQNZ o biologici. Ovviamente le aziende devono essere in regola con oneri contributivi e versamenti.

Quanto è ottenibile?

30.000 Euro a fondo perduto per coprire il 70% dell’investimento. Il contributo è da intendersi iva esclusa e per spese effettuate dopo la presentazione della domanda.

Linea 1 Acquisto beni strumentali

E’ possibile acquistare beni strumentali  e macchinari professionali nuovi e da fornitori che non abbiano rapporti di parentela o controllo col beneficiario.

Linea 2 

Sono ammissibili le spese relative alla remunerazione lorda relativa all’inserimento nell’impresa, con contratto di apprendistato, di uno o più giovani diplomati nei servizi dell’enogastronomia e
dell’ospitalità alberghiera. Il contratto deve avere una durata minima di un anno e durata massima di 3 anni

Come presentare la domanda?

La piattaforma sarà predisposta da invitalia ed aprirà il 1 marzo. Purtroppo le domande saranno valutate a sportello, quindi chi arriva prima meglio alloggia. Bisogna avere spid e firma digitale.