Lo so, stai pensando che siamo nel 2024, ma il titolo del bando tiene conto dell’anno dello stanziamento delle risorse, che però saranno erogate nel 2024.

Le informazioni precise, sul come partecipare saranno pubblicate il 21 febbraio 2024 sul presente portale https://www.inail.it/cs/internet/attivita/prevenzione-e-sicurezza/agevolazioni-e-finanziamenti/incentivi-alle-imprese/bando-isi-2023.html

Chi può partecipare?

Dipende dalla linea di finanziamento, sarà opportuno fare una verifica sul tuo codice Ateco, prima di partecipare. Ovviamente devi essere un’impresa iscritta in Camera di Commercio

Quali sono le linee di finanziamento?

  • Progetti per la riduzione dei rischi tecnopatici (di cui all’allegato 1.1) – Asse di finanziamento 1;
  • Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (di cui all’allegato 1.2) – Asse di finanziamento 1;
  • Progetti per la riduzione dei rischi infortunistici (di cui all’allegato 2) – Asse di finanziamento 2;
  • Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto (di cui all’allegato 3) – Asse di finanziamento 3;
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (di cui all’allegato 4) – Asse di finanziamento 4;
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli (di cui all’allegato 5) – Asse di finanziamento 5.

Cosa è possibile fare?

All’interno di un progetto di riduzione del rischio e aumento della sicurezza su lavoro è possibile acquistare macchinari

Quanto è ottenibile?

Dipende dalla tiploogia di progetto prescelto, in generale il programma di spesa deve essere di minimo 5000 euro e massimo 130.000 Euro con un contributo a fondo perduto del 65%