Il bando scoperta imprenditoriale ha l’obiettivo di incentivare progetti di ricerca nel Sud Italia, coinvolgendo le imprese, i centri di ricerca e gli organisimi di ricerca

A chi si rivolge?

imprese di qualsiasi dimensione con almeno due bilanci approvati al momento della presentazione della domanda di agevolazioni, che esercitano attività industriali, agroindustriali, artigiane, di servizi all’industria (attività di cui all’art. 2195 del codice civile, numeri 1, 3 e 5), e i Centri di ricerca. Gli Organismi di ricerca possono essere co-proponenti di un progetto congiunto con i citati soggetti.

Cosa è finanziabile?

Progetti riguardanti attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo delle tecnologie abilitanti fondamentali (KETs) nell’ambito delle aree tematiche e delle traiettorie di sviluppo definite dalla Strategia nazionale di specializzazione intelligente che sono:

1. Tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC)
2. Nanotecnologie
3. Materiali avanzati
4. Biotecnologie
5. Fabbricazione e trasformazione avanzate
6. Spazio 

Per approfondire riguardo le Kets puoi consultare questo documento del Ministero

Quanto è finanziabile?

I progetti devono avere durata di almeno 18 mesi e massimo 36 mesi. Possono essere finanziati progetti a partire da un milione di euro, fino a 5 milioni

  • nella forma del finanziamento agevolato, per una percentuale nominale pari al 50 per cento dei costi e delle spese ammissibili;
  • nella forma del contributo diretto alla spesa, per una percentuale nominale dei costi e delle spese ammissibili articolata come segue:
  • 35 per cento per le imprese di piccola dimensione;
  • 30 per cento per le imprese di media dimensione;
  • 25 per cento per le imprese di grande dimensione.

Come partecipare? 

E’ possibile compilare la domanda dal 24 gennaio ed inviarla dal 7 febbraio