La Regione Sicilia propone un bando molto interessante per chi volesse avviare un’attività imprenditoriale sull’isola.

Chi può partecipare?

  • I giovani di età compresa tra i 18 e i 46 anni non compiuti alla data di presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni e/o le donne di qualsiasi età che, alla stessa data
    risultino residenti in Sicilia o vi trasferiscano la propria residenza entro sessanta giorni (centoventi giorni se residenti all’estero) dalla comunicazione di ammissione alle agevolazioni
  •  le MPI (micro e piccole imprese) che abbiano almeno una unità produttiva o una stabile organizzazione con sede legale od operativa in Sicilia, o che si impegnino a costituirla entro il
    termine di sessanta giorni dalla comunicazione di ammissione alle agevolazioni del presente Avviso, e che siano in possesso, al momento della presentazione della domanda, dei seguenti
    requisiti:
    – essere iscritte presso il Registro delle imprese e risultare attive da non più di 36 mesi;
    – se costituite in forma di società, anche cooperativa, avere una compagine sociale composta, in maggioranza, da persone fisiche aventi i requisiti di cui alla lettera A
    precedente che detengano almeno il 51% del capitale sociale.

Quali sono i settori ammessi?

Quasi tutti, ad esclusione della produzione primaria di prodotti agricoli e la pesca, cave e miniere, trasporti e costruzioni.

Cosa deve fare il progetto imprenditoriale?

• la fornitura di nuovi prodotti e/o servizi al mercato, ovvero la combinazione di prodotti e/o servizi in grado di differenziare l’impresa sul mercato rispetto ai concorrenti;
• apportare cambiamenti su processi produttivi e/o di erogazione di servizi o parti di essi in grado di migliorarne l’efficienza e l’efficacia complessiva;
• introdurre prodotti, servizi e/o processi che generano come effetto l’ampliamento a nuovi target di consumatori o di utenza;
• soddisfare i bisogni culturali, sociali e sociosanitari, in modo più efficace rispetto alle alternative esistenti;
• valorizzare attività di ricerca e sviluppo.

Quanto è ottenibile?

I progetti imprenditoriali devono essere di minimo 50.000 Euro e massimo 300.000. La quota di fondo perduto ottenibile è fino al 90%

Le spese ammissibili

  • Macchinari impianti e attrezzature
  • Opere edili nella misura del 30%
  • Programmi informatici e servizi per le telecomunicazioni
  • Formazione specialistica

Come partecipare?

Attraverso la procedura telematica attraverso il portale Irfis. Le domande sono compilabili dal 16 gennaio e vanno inviate a partire dalle ore 10.00 del 20/02/2024