La scuola che vorrei

Il lavoro in consiglio comunale spesso non si traduce in effetti concreti. Un esempio su tutti è la mozione presentata da Monia Cilento e condivisa dal resto dell’opposizione.

Uno studio imponente fatto dalla consigliera Cilento per: migliorare i servizi, garantire un rapporto tra genitori e comune sulla qualità del servizio mensa, offrire strutture efficienti; tutto questo non è stato minimamente preso in considerazione dall’attuale maggioranza di governo. Molte azioni, tra cui questa, hanno poco eco al di fuori del consiglio, per questo si è sentita,insieme a tutta l’opposizione, l’esigenza di promuovere un incontro pubblico “la scuola che vorrei“, in cui si può discutere con i cittadini e capire insieme come affrontare una serie di problematiche per garantire una scuola di qualità ai bambini di Piano. 

Per questo vi invitiamo, l’11 dicembre in biblioteca comunale a portare la vostra idea, il problema che avete riscontrato e perché no, anche quello che funziona nelle scuole a Piano di Sorrento, perché l’obiettivo dell’incontro non è quello di creare colpevoli, ma cercare soluzioni utili alla città.Se siete timidi, potete scrivere in forma privata alle pagine “Piano Terra ” o Podemos.

Partecipa all’evento facebook 11 dicembre alle 17.30 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *