Il primo passo contro il gioco d’azzardo

Se vi siete mai chiesti a cosa serve un consigliere comunale, probabilmente la risposta giusta è: ad insistere, a rompere le scatole finché le cose non vengono realizzate. 

Finalmente il Comune di Piano di Sorrento ha inviato la lettera agli esercenti che hanno le slot machine, quelle maledette macchinette mangiasoldi autorizzate dallo Stato, per attuare un regolamento approvato anni fa di cui sono il promotore.

Altra dote importante, per fare il consigliere comunale è la pazienza infinita, come avete visto.

Ora daremo qualche settimana agli esercenti per adottare le nuove misure, che sono solo un piccolo passo nella speranza di contenere i numeri mostruosi del gioco d’azzardo. Per chi se lo fosse perso, solo a Piano vengono giocati quasi 12 milioni di euro.

Una volta applicato a Piano di Sorrento, non bisogna fermarsi, vediamo come si comportano i Comuni limitrofi e iniziamo a studiare una soluzione che ci porti verso una penisola sorrentina slot free. 

Se sei curioso di sapere cosa prevede nel dettaglio il regolamento, lo trovi in quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *