Caro cittadino, alza la voce.

Accade proprio nella nostra città quel che vediamo sulla cronaca nazionale. I politici locali inveiscono contro i cittadini invitandoli a candidarsi per poter esprimere la propria opinione. Spesso vengono “trollati “sui social o presi a cattive parole. Non vi nascondo che più di un cittadino mi ha confessato che evita di postare foto o commenti politici per evitare che gli arrivino ‘reclami’ da chi governa il paese. Comprendo tutto, ma credo nella necessità di avviare un percorso collettivo che ci porti ad interessarci della nostra città, come si fa con il proprio condominio. Alle riunioni di condominio tutti si seccano di andarci, ma sapere come vengono impiegati i propri soldi interessa e quindi sono molto partecipate. Per il Comune non dev’ essere diverso.


Caro cittadino, la faccio più semplice, qui nessuno ti regala niente. Se sei di Ponte Orazio, col problema della strada chiusa, di Marina di Cassano, con i problemi del traffico e dell’isolamento invernale, delle zone più alte, dove sconti assenza e abbandono da parte delle istituzioni o peggio ancora se osi lamentarti della mensa scolastica, sai bene di cosa sto parlando. Delle buche a terra o dell’assenza di spazi pubblici,non ne parlo perché ci possiamo scrivere un libro. L’unico modo per ottenere qualcosa è far sentire la propria voce, alzarla se necessaria, sempre con educazione e rispetto per le istituzioni, ma senza paura nel dire che le cose fin ora non sono andate come dovevano, che i diritti basilari, non sono garantiti in modo uguale, in una città piccola come la nostra è qualcosa di paradossale e assurdo.

Maggi Giovanni—foto Quarto Stato dopo servizio da Milano

In tutto questo, per me non ha senso andare a fare il bastian contrario ed indicare quotidianamente qualcosa che non funziona, per il gusto di farlo. Lo farò solo quando partiranno dei processi collettivi, aiutandone la formazione in ogni modo possibile. Se hai voglia di pubblicare una foto, segnalare un problema, indire una petizione, non esitare a scriverlo perché le cose fatte insieme, sono quelle fatte meglio.


Utilizza la pagina “Piano terra – il Comune visto dal basso” inviando foto, postando suggerimenti, segnalazioni, disservizi sia sulla pagina stessa, che in posta privata. Nel secondo caso, su esplicita richiesta ci impegneremo a garantire l’anonimato dello scrivente. Ci impegniamo a portare le vostre segnalazioni agli uffici competenti o ad approfondire le situazioni da voi segnalate. Insieme possiamo migliorare questo paese e costruire un percorso democratico di partecipazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *